Che cos’è il tetto verde

É un sistema di copertura dei tetti, sia in falda che in piano, composto da elementi in plastica riciclata alti pochi centimetri, con una forma che ricorda i contenitori porta uova dei supermercati, riempiti di materiali inerti di origine naturale e sostanza organica sulla quale sono impiantati vegetali tappezzanti quali il Sedum spp. e Mesembranthemum cooperi che vivono con pochissima acqua e quasi nulli interventi di manutenzione.

Alcune fasi della posa in opera

Perché utilizzare un tetto verde?

Avere un tetto completamente rivestito di bassa vegetazione fiorita è sicuramente esteticamente piacevole ed appagante, in più i benefici tratti dal miglioramento delle temperature che si avranno all’interno della struttura sono indiscutibilmente eccellenti: durante i mesi estivi addirittura si arriva ad avere 20 gradi in meno di temperatura fra il sopra del modulo (che arriva facilmente a 60°) e la parte sottostante, il che equivale alla coibentazione ottenibile con uno strato aggiuntivo di più di 10 cm di polistirene rispetto alle guaine scoperte. Alla stessa maniera in inverno si avrà un minore sbalzo termico. I vantaggi anche in termine di risparmio energetico sono evidenti!

Il tetto verde sperimentale del National Research Council Canada di Ottawa (Liu 2002) ha mostrato risparmi dell’ordine del 75% rispetto ad un tetto tradizionale (si noti che in questo caso, i dati sono riferiti ad un fabbricato monopiano, con spessore del substrato di 15 cm); da esperimenti condotti sulle coperture di un edificio a Singapore, successivamente alla realizzazione di un sistema a verde estensivo, sono state osservate riduzioni del guadagno termico degli ambienti interni pari al 60% (Wong e al. 2007); altri studi hanno indicato che, al di sotto di una copertura a verde, le temperature interne, a fronte di temperature esterne tra i 25° e i 30°C, sono inferiori di almeno 3° o 4°C, e Dunnett e Kingsbury (2004) notano che una riduzione della temperatura interna di soli 0,5°C comporta un risparmio in termini di energia elettrica per il condizionamento fino all’8%. (…) secondo l’EPA la membrana protetta dal tetto verde può prolungare la sua durata di 20 anni rispetto a quella usata nei sistemi tradizionali; la sua durata è normalmente considerata pari a 2 volte la vita di una copertura tradizionale.

Tiziano Tozzi, Tesi di Dottorato in Progettazione Ambientale XXI ciclo, “Tecnologie del verde pensile e sfide ambientali urbane. Specificità delle coperture a verde per il clima mediterraneo”  maggiori info

Per saperne di più