Hai un’idea precisa di come iniziare a progettare il tuo giardino? Probabilmente no ed è normale che sia così.
I paesaggisti di Pellegrini Giardini  ti svelano in questo articolo alcuni dei loro segreti. Prendi appunti, potranno esserti utili per iniziare a immaginare il tuo giardino perfetto, il giardino dei tuoi sogni!

Le 5 domande che devi farti per iniziare

Per trovare risposte utili devi partire da domande utili.
Sono 5 le domande fondamentali a cui rispondere per approcciarti al progetto con il giusto piglio e fare le scelte più opportune:

  • Quali sono i cannocchiali ottici che vuoi evidenziare? (sia dall’interno verso l’esterno che guardando da fuori)
  • Quali sono gli elementi meno belli che vuoi de-enfatizzare o addirittura nascondere alla vista?
  • Com’è l’interno della tua casa? Come puoi far sì che l’interno e l’esterno si fondano perfettamente?
  • Come saranno organizzati gli spazi conviviali del tuo giardino? E i camminamenti?
  • Quali sono le piante, i cespugli e le fioriture che crescono rigogliosamente nella tua zona, che ti piacciono e che vorresti riutilizzare nel tuo giardino?

Magari potresti lasciarti ispirare dalle tendenze green per il 2019!

Obiettivo: armonia e naturalezza del giardino

L’obiettivo principale di un progetto paesaggistico è quello di raggiungere un elevato livello di armonia e naturalezza in modo da rendere gli elementi perfettamente integrati con l’ambiente circostante, evitando il rischio fastidiosi effetti artificiosi.
La casa deve restituire la sensazione di essere lì da sempre, e questo vale ancor di più per il suo giardino!

come progettare un giardino

 

Da dove iniziare con i lavori

È la classica domanda di qualsiasi progetto: da dove comincio?
I paesaggisti di Pellegrini Giardini ti consigliano di iniziare con la parte posteriore della casa e di lavorare in procedendo in avanti, verso il cancello anteriore. In questo modo se utilizzi alberi di grandi dimensioni o attrezzature pesanti, non avrai questi elementi ad intasare la zona di passaggio per un lungo periodo di tempo.

Quali piante scegliere per il tuo giardino?

Devi prestare la massima attenzione nell’utilizzo di piante esotiche o non autoctone. Anzitutto, se la scelta non è ben oculata, rischi di non rivederle in vita dopo un inverno rigido. Inoltre, la scelta potrebbe ricadere su specie invasive, creando così gravi danni ambientali. Fai una semplice ma accurata ricerca: spendi i tuoi soldi su piante native della tua regione. Fai un giro per i giardini della tua zona e se vedi una pianta rigogliosa potrai essere certo che non avrà problemi anche nel tuo nuovo giardino!
Dai un’occhiata al nostro vivaio!

                                   

 

Cura ogni dettaglio

I piccoli dettagli fanno la differenza!
La cura del dettaglio può portare il livello del tuo giardino da buono a eccezionale!

Scegli combinazioni di fioriture interessanti analizzando non soltanto i colori, ma anche la forma del fogliame e il portamento in contrasto.

Crea delle bordure ben separate dal prato e coperte dalla pacciamatura di pino. Quest’ultima donerà un aspetto di pulito, i colori risalteranno e le erbacce rimarranno sotto controllo.

Questi sono i piccoli segreti che garantiscono un grande risultato.
Per tutto il resto ci sono i paesaggisti di Pellegrini Giardini.

Scopri anche la progettazione del giardino in 3D!